inVerdire
Natura è forma perifrastica e neutro plurale di “nascor”, (un verbo non a caso privo di forma attiva, riflessivo) dunque attiene a “le cose che stanno per nascere/nascersi”, per entrare nell’esser-qui. Una situazione percepita come indecisione, sempre in divenire, come “essere che ama nascondersi”, espressione eraclitea che andrebbe più pertinentemente resa con “l’essere è attrazione che attrae l’ essere nel suo nascosto”. Naturans è participio presente, indica ciò che nasce, nascente, ed è anche per tale lemma implicita l’idea dello “stare per, sul punto di”.

La “Natura naturata” spinoziana completa l’idea del divenire: ciò che sta per nascere, nato, torna alla sua intima costituzione di “perifrangersi”.

Tradurrei dunque la locuzione come “ciò che sta per nascere in sé nascendo”, e non mi sembra un concetto di poco conto rinviando esso alla percezione dell’essere (il Deus, il “brillare”) come ciò che “appare comparendo disparendo compare”.

Il fatto che i lavori , per la loro caratteristica, torneranno alla terra, al nulla, appena dopo essere “apparsi” , appena dopo la loro “fenomenicità”, arricchisce il concetto stesso.

Mi interessa, altresì, verificare, come già fatto per l’edizione 2009, le costanti (i “meme”, appunto) che portano a unitarietà la pluralità dei fenomeni-opere, il che l’ho verificato nella, sia pur limitata, visione delle icone sul computer (che, a sua volta, è già per alcuni aspetti una modalità unitaria. Mi correggo: uniforme, non unitaria).

Ho notato installazioni ordinarie, altre deboli, ma anche alcune di notevole potenza. Tutte, messe in fila secondo un criterio di “presenza della natura” consentono di individuare l’ “evoluzione” di un’idea o un saper-sentire, al sasso all’uomo. Su questi aspetti intendo soffermarmi una volta viste realizzate le opere e, possibilmente, mentre “nascono”. Sarà importante vedere (vedersi) esseri perituri, umani, affaccendati a creare l’effimero monumento della propria condizione. Questi momenti vanno documentati: la vera installazione è questa.

Mimmo Grasso

 

VERDE DEGLI ASTRONI

"Natura naturans. L'arte come processo creativo"
19maggio-30giugno 2013
Lago Grande
Riserva Naturale Cratere degli Astroni


a cura di Davide Carnevale